Chi Siamo - Judokai Sakura

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi Siamo

Judo Kai Sakura
 

JUDO KAI SAKURA PESCARA
ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA


La “JUDO KAI SAKURA PESCAR A.S.D.”
È un’associazione sportiva dilettantistica che non persegue fini di lucro. Dal 1997 è iscritta alla F.I.J.L.K.A.M. (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali) ed è iscritta al Registro Nazionale del C.O.N.I. Si occupa dell’insegnamento e della divulgazione culturale e sportivo/agonistica del judo, del ju jutsu e della difesa personale in Pescara e provincia. E’ frequentata come Centro di Avviamento allo sport da bambini/e e ragazzi/e dai cinque anni. E’ molto attenta alle esigenze di crescita e ai bisogni legati all’età evolutiva degli iscritti in particolare verso quei praticanti con problemi più o meno seri fisici e/o relazionali. Negli ultimi due anni, l’associazione sta curando gradualmente l’inserimento nei propri corsi di bambini e ragazzi diversamente abili.
Le fasce agonistiche (dal 13° anno in poi) partecipano attivamente a tutta l’attività competitiva regionale e nazionale con soddisfacenti risultati. Annovera tra i suoi associati anche numerosi appassionati dediti all’attività amatoriale.
La “JUDO K.S….” ha la sua sede indipendente ed autonoma in Pescara – viale della Pineta, 36 con la palestra denominata “SAKURA PESCARA” inaugurata il 1° settembre 2007. All’inaugurazione era presente il vice Sindaco del Comune di Pescara Gianni Teodoro, l’Assessore allo Sport del Comune di Pescara Dott. Rocco Persico, il compianto Presidente provinciale del C.O.N.I. di Pescara Prof. Giovanni Cornacchia, il Presidente regionale F.I.J.L.K.A.M. Dott. Silvio Tavoletta e altre numerosissime autorità civili.
Le sedute di allenamento dei bambini (5:9 anni) sono il lunedì, il mercoledì ed il venerdì. L’orario è dalle 16:45 alle 17:45 ed è articolato dai primi circa trenta minuti con attività psicomotoria e ludica finalizzata alla conoscenza del proprio corpo, allo sviluppo delle capacità coordinative, di equilibrio e di mobilità articolare. Venti minuti circa sono dedicati all’apprendimento delle tecniche di judo e il restante tempo con giochi di vario genere improntati sul rispetto delle regole e all’apprendimento di tutti gli aspetti cognitivi.
I ragazzi (9:12 anni) con lo stesso metodo usato per i primi hanno tre giorni la settimana articolati con stesso criterio ma con orario 17:45 – 19:00. Le sedute sono suddivise con circa trenta minuti di ginnastica finalizzata allo sviluppo delle capacità condizionali (forza, resistenza e velocità in tutte le loro espressioni), i successivi trenta minuti circa su l’apprendimento e le ripetizioni dei gesti tecnici e il restante tempo in combattimenti. Non mancano comunque momenti di gioco e svago. Sia per il turno delle 17:45 che per quello delle 18:45 il lavoro è differenziato e se necessario personalizzato per quei bambini e ragazzi con piccole difficoltà. Il terzo turno articolato negli stessi giorni, assorbe principianti, amatori e agonisti. Questi ultimi hanno un altro giorno di allenamento il giovedì dedicato interamente ai combattimenti e all’alta specializzazione. Il terzo turno ha come orario 19:00 - 20:30. Il quarto turno, dalle 20:30 alle 22:00 è dedicato agli adulti con judo prettamente amatoriale, ju jutsu e difesa personale. Il terzo e il quarto turno sono suddivisi in circa trenta minuti di ginnastica, studio della tecnica, lotta a terra e combattimenti.
La disomogeneità delle motivazioni e le differenze legate al fisico, all’età, alla cultura e al ceto sociale di appartenenza che spingono le persone a iscriversi ai corsi, seppur ridotte perché ripartite tra i vari turni e giorni a disposizione, sono possibili grazie al prezioso e indispensabile contributo di dieci cinture nere, nove aspiranti allenatori e due allenatori coadiuvati dai Maestri Vittorio Sola e Alfredo Trinchese e saltuariamente dal M° Francescopaolo Febo.

Curriculum Vitae M° Vittorio Sola >>> Clicca Qui!
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu